Vocabolario etimologico

VOCABOLARIO ETIMOLOGICO DIALETTO

FRESONARA E LA SUA STORIA

 

L’Associazione Culturale LO SCAGNO

nasce il 20 Giugno 1999

Ecco la Prima Pagina del

VOCABOLARIO ETIMOLOGICO

Tutte le pagine le trovi cliccando in alto su

Archivio Lo Scagno 

 VOCABOLARIO ETIMOLOGICO n. 1 31 MARZO 2002 

NOME

SIGNIFICATO

ETIMOLOGIA

Abzä

v. tr.

pr. absò

ab-zä

Pesare, stabilire il peso di qualsiasi cosa.

(O bsógna - ‘r patäti)

Dal latino pensare = pesare con cura (con mutazione della p in b e metatesi).

Adäsi

avv.

pr. adòsi

a-dä-si

Adagio, lentamente, senza fretta.

(Sta atenta, va ‘nen -)

Dal provenzale aize = a proprio agio, senza fretta.

In francese à l'aise.

Admen

avv.

pr. admèn

ad-men

Domani.

(- l'è dominica)

Dal latino popolare de mane = di mattina.

Adzà (d')

avv.

ad-zà

Di qua, al di qua.

(D'- da l'Orba o gh'è ‘r me camp)

Dal francese au deça = al di qua.

Afäri

sm. ind.

pr. afòri

a-fä-ri

Affare, incombenza, interesse, grana, problema.

(L'è in bel - is assëj!)

Probabilmente forma abbreviata di a(vai da) = aver da fare. In francese à faire.

Alciura

 sf.

al-ciu-ra

Servizio di trasporto. Importo dovuto per il trasporto.

(A j heu pagà l'- ar caratè)

Dal latino vectare = trasportare.

Aliäm

sm.

pr. aliòm

a-liäm

Letame. Concime ottenuto dalla fermentazione della paglia e delle deiezioni liquide e solide di animali.

(Sbardlä l'- ant i campi)

Dal latino letamen, deverbale di laetificare = allietare. Si ritiene infatti che la terra si gratifichi per essere nutrita con il letame.

Aliäs (Aliäm)

sm.

pr. aliòs (aliòm)

a-liäs (a-liäm)

Legaccio costituito da due mannelli di grano uniti fra loro mediante nodo dei due capi con spighe. Si usava per legare i covoni di grano. (Le due varianti sono state testimoniate entrambe)

(Lèja strecc  an con l'-)

È deverbale di aliä, liä = legare. Dal latino ligare = legare.

Alsèja

 sf.

al-sé-ja

Liscivia, ranno, bucato. Miscela detergente formata di cenere e acqua bollente , a volte contenente carbonato di potassio, usata un tempo per lavare i panni.

(Admen l'è ra giornä dl'-)

Dallo spagnolo

lejia = liscivia. In latino lixa = cenere.

(Secolo XIV)

Alvä

sm.

pr. alvò

al-vä

Strada alzaia che corre sull'argine. A Fresonara toponimo con cui si indica la zona di campagna dove passava l'antica strada romana Emilia Scauri.

(A vägh a tajä an sl'-)

Dal francese halage, derivato di haler = alare, cioè tirare a secco una barca.   

Ambarassä

v. tr.

pr. ambarasò

am-ba-ras-sä

Ingombrare, ostacolare, impedire.

(Levti d'- ‘r passägg)

Dal francese

embarasse = impedimento.

Ambrancä

v. tr.

pr. ambrancò

am-bran-cä

Afferrare, appigliare.

(O bsógna ambrancäli a tuci i costi)

Verbo denominale dal latino branca = zampa di animale armata d'artigli.

Amsé

(pl. amséj) sm.

am-sé

Nonno. Con familiarità affettuosa ogni uomo molto vecchio. Usato anche per indicare il suocero.

(L'- l'è ‘gnì vegg)

Dal francese

messieur = signore.

Ancarassä

v. tr.

pr. ancarasò

an-ca-ras-sä

Mettere paletti di sostegno alle viti.

(Sàira a j heu - ra vigna)

Dal francese

échalasser = impalare

(carässa = calocchia, in francese échalas).

Anflinä

v. tr.

pr. anflinò

an-fli-nä

Percuotere persona o animale, dar busse, infliggere percosse. (O l'ha - ben d'in canto)

Dal latino

fligere = percuotere

infligere = scagliare contro, infliggere.

Anfuarà

pp. di anfuaräsi

an-fua-rà

Infervorato, eccitato, pieno d'impeto, smanioso, impazientemente ansioso.

(L'è tut - pir quèla dóna)

Contrazione di anfu(l)ar(m)à.

In inglese full-armed = armato fino ai denti.

 Angarabià

(pl. angarabiäj) 

pp. di angarabiä

an-ga-ra-bià

 

Ingarbugliato, arruffato, aggrovigliato. Discorso confuso.

(Is fi ‘d ramej l'è tut -)

 

 Da

garbuglio = viluppo, intrico, disordine, confusione.

Anlót

(pl. anlóti) sm.

an-lót

Agnolotto. Una volta piatto delle grandi occasioni. È un involucro di pasta all'uovo contenente impasto di carne e verdure.

(A j heu mangià ina schela d'- ant ir vëj)

Da anulus = anello, per la forma rotonda che anticamente, e in certe zone ancora oggi, era data all'involucro.

Ansostä

v. tr.

pr. ansustò

an-so-stä

Percuotere, picchiare.

(L'è méj pruma - e peuj parlä)

Da

non sostare, non dare tregua, incalzare.

Arbanèla

(pl. arbanèli) sf.

ar-ba-nè-la

 

Vaso cilindrico di vetro o ceramica per conserve, caramelle, medicamenti, droghe, ecc. In origine di legno.

(A j heu anvarsà in'- ‘d conserva)

 

Da alberella = diminutivo di albero, cioè pioppo bianco

(Ärbra = pioppo).

Ärbra

(pl. ärbri) sf.

pr. òrbra

är-bra

Pioppo (populus alba)

(A gh'heu da trä zu in'-)

Probabile incrocio tra l'aggettivo latino alba = bianco e il sostantivo sempre latino arbor = pianta.

Arian-na

(pl. arian-ni) sf.

a-rian-na

Stretto corridoio che viene a formarsi tra due case confinanti con i rispettivi muri di retro.

(Ant l'- l'è pëj ‘d räti)

Dal latino piccola area.

Arlässi

sm. ind.

pr. arlòsi

ar-läs-si

Spasmo agonico.

(Tirä j'arlässi = morire)

 

Dal latino relaxare = allentare.

Armancia

 sf.

ar-man-cia

 

Rivincita.

(Pruma dra bèla os fa l'-)

Dal francese manche = gara. Etimologicamente deriva da manche = manica, perché le dame, nel medioevo, usavano donare una manica del loro abito ai loro cavalieri durante i tornei come augurio di vittoria.   

Armèinta

 sf.

ar-mèin-ta

Spazzatura.

(Tra vèja l'-)

Dal settentr. raménta = mucchio di spazzatura, deriv. del lat. ramèntum = scheggia.

Armela

(pl. armeli) sf.

ar-me-la

Nòcciolo che racchiude i semi dei frutti drupacei.

(A gh'heu n'- ant ra gora)

Da armellino = albicocco per dissimilazione da un latino popolare armeninus.

Armòar

Indeclinabile. sm.

ar-mò-ar

Armadio.

(Ir bräj i seuo ant l'-)

Dal francese armoire = armadio.

Articióch

 sm.

ar-ti-cióch

Carciofo.

(‘Ma ch'l'è beuo is -)

Dal francese artichaud.

Assäj

avv.

pr. asòi

as-säj

Abbastanza, a sufficienza.

(A gh n'heu  - di tó versi)

Dal francese assez.

Aujé

sm.

au-jé

Lungo bastone leggero per guidare i buoi.

(Tocä ir bes-ci an con l'-)

Da avvio, oggetto per dare l'avvio, per dare il segno del comando.

Avogia

(pl. avogi) sf.

pr. avugia

a-vo-gia

Ago, ferro da maglia.

(Am seuo pòncc an con l'-)

Dal provenzale aguggia o aguglia.

 diogene