POESIA VINCITRICE DEL CONCORSO MARIO MERLO 2020

POESIA VINCITRICE DEL CONCORSO MARIO MERLO 2020 ACQUI TERME

Motivazione della Giuria

Delicata e struggente nelle sue quartine regolarmente rimate nelle sedi pari, la lirica nasce da un’amorosa e colloquiale comtemplazione della fotografia materna apposta nella cappelletta di famiglia, al camposanto.

RA FOTOGRAFËJA

Ra fotografëja l’è própi bèla

tuta pcinäja ‘ma ch’ot piäsa a tëi

j’orcigni bleu i seuo na fantasëja

e ra majëta giàuna o so dir matëi.

 

E peui ra colan-na d’ina mäta d’ancheui

che tëi par tradissieuo

t’it mëti quandi che ra campan-na

a sòuna baudëta  a ra pursissieuo.

 

Ma quël ch’o fa pì bèl ancora

l’è o soris ch’ot sórta dar cheu

dla tó anma o tó giojèl

ch’om scàuda j’óssi ‘mè ‘r feu.

 

Bai… adèss mèma a vägh

l’èua a l’heu mussa a ra fiorëta

e admën a stoma torna ansèma.

At läss duèrt l’uss ‘d ra caplëta.

 

TRADUZIONE

 

LA FOTOGRAFIA

La fotografia è proprio bella

tutta pettinata come piace a te

gli orecchini blu sono una fantasia

e la maglietta gialla il sole del mattino.

 

E poi la collana che ti ringiovanisce

che tu per tradizione

ti metti quando la campana

suona a festa per la processione.

 

Ma quel che è più bello ancora

è il sorriso che ti nasce dal cuore

della tua anima il tuo gioiello

che mi scalda le ossa come un fuoco.

 

Bene… adesso mamma vado

ho messo l’acqua ai fiorellini

e domani staremo di nuovo insieme.

Ti lascio aperta la porta della cappelletta.

Domenico Bisio

SI RICOMINCIA

SI RICOMINCIA

Dopo la forzata pausa di 7 mesi dovuta al corona virus, riprendono le attività culturali a Fresonara con

IL CONCERTO DEDICATO AL M° DON ANGELO FASCIOLO

VENERDÌ 16 OTTOBRE ORE 21:00

CHIESA PARROCCHIALE

 

 

  I CONCERTI AL TEATRO COMUNALE

Gli appuntamenti sono per

31 OTTOBRE MAMASUYA FEAT.MAN

14 NOVEMBRE BEGGAR'S FARM

8 DICEMBRE ROCK'N'ROLL MESSENGERS

5 GENNAIO HENRY CARPANETO TRIO

6 FEBBRAIO CASANOVAS

6 MARZO CONCERTO SEGRETO CON OSPITI SPECIALI

 

Per maggiori informazioni clicca adesso su EVENTIpoi quando si apre la nuova finestra clicca su  DETTAGLI

 

 

 

 

CORONAVIRUS

CORONAVIRUS

I naviganti  del nostro sito si saranno chiesti come mai non parliamo della situazione a Fresonara in questi tremendi giorni di pandemia.

Riteniamo che non tocchi a noi lanciare nel web scoop sul numero dei contagiati, notizie strappalacrime, informazioni su come si devono lavare le mani, di chi è la colpa della situazione.

Siamo in stato di emergenza come in tutti i Comuni italiani.

La nostra Amministrazione opera per far sì che le contaminazioni siano il più possibile ridotte ed offre il proprio contributo attraverso la consegna di mascherine ai nuclei famigliari e mettendosi a disposizione dei cittadini bisognosi di assistenza.

Crediamo che soltanto il Comune sia il luogo ufficiale per dare risposta alle vostre domande e che sia l’unico Organo competente a comunicare ai cittadini e a chiunque ne faccia richiesta, quanto ritenga sia da considerare una giusta informazione.

Consapevolmenteme viviamo isolati il più possibile nelle nostre case cercando di dare il buon esempio con un comportamento corretto e rispettoso delle regole ministeriali.

Fresonara è ferma e la ripresa delle attività culturali, sportive, ricreative, scolastiche, sociali e delle funzioni religiose sarà valutata con la giusta attenzione dagli Organi competenti e dalle persone che a Fresonara sono direttamente responsabili del buon funzionamento del Teatro, della Biblioteca, della Polisportiva, del Circolo Tennis, della Pro Loco, della  Scuola e della riapertura  ai fedeli delle nostre Chiese.

Il sito loscagnofresonara.it, dove ora state leggendo questo avviso, rimane aperto a coloro che comunque volessero mandare un messaggio personale d’augurio al paese attraverso il nostro indirizzo mail che trovate in CONTATTACI. Lo pubblicheremo affinché tutti ne vengano a conoscenza.

Un affettuoso personale saluto ai naviganti. E che la mascherina vi protegga.

Domenico Bisio

ARCHIVIO LO SCAGNO

ARCHIVIO

 LO SCAGNO 

L’Archivio Lo Scagno contiene tutte le pagine della rivista cartacea che dal 20 giugno 1999 esce  regolarmente in occasione della Pasqua, della festa della Madonna Nuova (3ª domenica di giugno), l’8 settembre (festa della Madonna delle Grazie) e a Natale.

Nella finestrella CERCA FILES scrivete, a vostra scelta: 

LO SCAGNO

IL SOLAIO 

IPSE SCRIPSIT

QUARTA PAGINA 

INSERTO

VOCABOLARIO ETIMOLOGICO

Premete INVIO sulla vostra tastiera e si aprirà la finestra con tutti i file della rubrica che avete scelto. Fate scorrere sino a trovare quella del mese e dell’anno che desiderate consultare e apritela cliccando sulla data azzurra. Comparirà la scritta SCARICA. Cliccatela e potrete leggere l’articolo.

Se cercate un nome in particolare, scrivetelo sempre nella finestrella CERCA FILES poi premete invio sulla tastiera. Compariranno tutti i files che riportano quel nome. Aprite e leggerte.  

Potete STAMPARE il file o eseguire COPIA/INCOLLA.

Abbiamo lavorato tutti gratuitamente per voi, nel piacere di farvi partecipi della dedizione

con la quale ricerchiamo continuamente informazioni da offrirvi su

FRESONARA!

Vi ricordiamo soltanto che, così come impongono le norme editoriali, per non incorrere nel reato di plagio, il requisito minimo per la corretta citazione delle opere che sono pubblicate su Internet,è indicare l’URL di riferimento, cioè l’indirizzo del sito. Nel nostro caso

www.loscagnofresonara.it

Nuova immagine 3

 

FRESONARA: ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2019

Fresonara: risultati elezioni comunali

Percentuale votanti: 64.00

Sezioni scrutinate: 1/1

Primo turno

CANDIDATO

PERC. / VOTI

PARTITI

VOTI

PERC.

SEGGI

TOT

 

PAOLA
PENOVI

77,73

349 VOTI

Per Fresonara

349

77,73%

7

7

 

DINO GIUSEPPE
FERRARI

22,27

100 VOTI

Campanile

100

22,27%

3

3

MESSER LO FRATE SOLE ET SORA LUNA

 

ALBA E TRAMONTO

sole l1

sole l2

iframe src="http://www.comuni-italiani.it/soleluna/gbox/?cod=006021" frameborder="0" scrolling="no" width="180" height="240" marginwidth="0"></iframe>

 

 

Dati Geografici di Riferimento
Latitudine 44°47'2" N, Longitudine 08°41'13" E, Altezza centoquarantatre m.s.l.m., GMT+1 (Ora Solare), Zenith del sole Ufficiale (90°50')
Durata Media del Giorno per Fresonara
Gennaio: nove ore e dicianove minuti Luglio: quindici ore e diciassette minuti
Febbraio: dieci ore e trenta minuti Agosto: quattordici ore e sette minuti
Marzo: undici ore e cinquantanove minuti Settembre: dodici ore e trentasette minuti
Aprile: tredici ore e trentatre minuti Ottobre: undici ore e quattro minuti
Maggio: quattordici ore e cinquantaquattro minuti Novembre: nove ore e quarantuno minuti
Giugno: quindici ore e trentasette minuti Dicembre: otto ore e cinquantasette minuti
Annuale: dodici ore e diciotto minuti

  

FRESONARA: IL VENTO DI TRAMONTANA E IL SOLE

LA VOCE DEL BACECCO

Il professor Daniele Vitali, uno dei principali glottologi e studiosi  dei dialetti italiani, ci ha chiesto di tradurre in fresonarese e quindi registrare a voce la famosa favola di Esopo: IL VENTO E IL SOLE. Partendo dai suoni del nostro dialetto Vitali darà seguito ad uno studio approfondito sulle parlate locali piemontesi.

Se volete ascoltare la versione registrata a voce della favola

IL VENTO DI TRAMONTANA E IL SOLE 

CLICCATE SUL LINK RIPORTATO SOTTO:

www.bulgnais.com/ventoesole

 

Partirà automaticamente la registrazione.

Qui sotto vi riportiamo la favola in tre versioni  

IR VÈINTRI ‘D TRAMUNTAN-NA E U SU

(scritta come viene pronunciata in fresonarese)

NA GIURNÒ IR VÈINTRI DA BÒS E U SU I BUSTICAVU. OGNIDÖI US BLAGAVA D’ES PÌ FÓRT CHE L’ÒTRI, QUANDI CHE I  VËGU IN VIANDANT  CH’U ‘GNIVA ANÈN FÒCC SÜ AN TRA PILIGRÈINA. I DUI TACHIS I DECIDU ANLURA CH’U SARÀISA STÒCC PÌ FÓRT  CHI CH’U FÜSA ARNISÜ A FÒ ALVÒ RA PILIGRÈINA DA SPÒLI AR VIANDANT. IR VÈINTRI DA BÒS L’HA CMANSIPIÀ A BUFÒ PÌ FÓRT CH’U PUDAVA, MA PÜ U BUFAVA PÜ IR VIANDANT US FAVA SÜ AN TRA PILIGRÈINA; TANT CHE A RA FËI IR PÓVAR VÈINTRI U S’È DÜVÜ ARVËD. U SU ANLURA L’È SURTÌ FÖRA E DA LËI A PÓCH IR VIANDANT, CL’ERA TÜT GALARÀ, U S’È ALVÀ RA PILIGRÈINA. E ACSËI IR VÈINTRI DA BÒS L’È STÒCC UBLIGÀ AD AMËT CHE U SU L’ERA PÌ FÓRT CHE LE.

A T’ÈLA PIASÖJA RA LISTÓRIA?

CH’AT’LA QUÈINTA IN’ÒTRA VÓTA?

 

IR VÈINTRI ‘D TRAMONTAN-NA E O SO’

(scritta in grafia piemontese comune - koinè) 

INA GIORNÄ IR VÈINTRI DA BÄSS E O SO’ I BOSTICAVO, OGNIDEUJ OS BLAGAVA D’ÉS PÌ FÓRT CHE L’ÄTRI, QUANDI CHE I VËGO IN VIANDANT CH’O GNIVA ‘NËN FÄCC SU AN TRA PILIGRÈINA. I DOJ TACHISS I DECIDO ANLORA CH’O SARÀISSA STÄCC PÌ FÓRT CHI CH’O FUSSA ARNISÙ A FÄ ALVÄ RA PILIGRÈINA DA SPÄLI AR VIANDANT. IR VÈINTRI DA BÄSS L’HA CMANSIPIÀ A BOFÄ PÌ FÓRT CH’O PODAVA, MA PÙ O BOFAVA PÙ IR VIANDANT OSS FAVA SU AN TRA PILIGRÈINA; TANT CHE A RA FËJ IR PÓVAR VÈINTRI O S’È DUVU ARVËD. O SO’ ANLORA L’È SORTÌ FEURA E DA LËJ A PÓCH IR VIANDANT, CH’L’ERA TUT GALARÀ, O S’È ALVÀ RA PILIGRÈINA. E ACSËJ IR VÈINTRI DA BÄSS L’È STÄCC OBLIGÀ AD AMËT CHE O SO’ L’ERA PÌ FÓRT CHE LE.

A T’ÈLA PIASEUJA RA LISTÓRIA?

CH’AT LA QUÈINTA IN’ÄTRA VÓTA?  

IL VENTO DI TRAMONTANA E IL SOLE

(scritta in italiano) 

Si bisticciavano un giorno il Vento di Tramontana e il Sole, l'uno pretendendo d'esser più forte dell'altro, quando videro un viaggiatore, che veniva innanzi avvolto nel mantello. I due litiganti convennero allora che si sarebbe ritenuto più forte chi fosse riuscito a far sì che il viaggiatore si togliesse il mantello di dosso.

Il Vento di Tramontana cominciò a soffiare con violenza; ma più soffiava, più il viaggiatore si stringeva nel mantello; tanto che alla fine il povero Vento dovette desistere dal suo proposito. Il Sole allora si mostrò nel cielo; e poco dopo il viaggiatore, che sentiva caldo, si tolse il mantello. E la Tramontana fu costretta così a riconoscere che il Sole era più forte di lei.

T'è piaciuta la storiella?

La vogliamo ripetere?

DANIELE VITALI

Daniele Vitali è uno dei principali glottologi e studiosi  dei dialetti italiani, soprattutto di quelli emiliano-romagnoli. Ha pubblicato due dizionari Bolognese–Italiano e viceversa. Con il suo articolo Pronuncia e grafia del bolognese ha gettato le basi di un sistema ortografico utile per scrivere il bolognese urbano e, con poche modifiche, i dialetti del restante territorio bolognese e anche dell'intera regione Emilia Romagna. Questo sistema si è diffuso fra gli autori bolognesi permettendo l'unificazione dell'ortografia bolognese. Ma si interessa anche dei dialetti parlati in altre parti d’Italia e nelle sue ricerche è venuto a conoscenza del dialetto fresonarese, di cui ha trovato le caratteristiche sul nostro sito: www.loscagnofresonara.it. Ci ha contattati e ci ha chiesto di tradurre per iscritto e poi di leggere al registratore la novellina esopica Il vento e il sole, per cominciare ad avere un’idea dei suoni del nostro dialetto. La nostra versione scritta è stata poi adattata al suo sistema di rappresentazione grafica dei dialetti attraverso una base di criteri comuni. Il criterio di scrittura specifico per il nostro dialetto ha rispettato il sistema fonologico che lo contraddistingue.   

  • 1
  • 2